Il lavoro di équipe.

Il lavoro di équipe si configura sempre più come uno strumento operativo per tutta l’attività del servizio; gli obbiettivi del lavoro in équipe sono:

-raccordare verso il polo di intervento (individuo, nucleo familiare, socio-ambientale) il complesso di tutte le tecniche professionali necessarie;

-costruire una omogeneità complementare per le diverse figure professionali;

-realizzare una lettura collettiva e comune del territorio in cui si opera;

-elaborare una metodologia di intervento simile per le diverse professioni che la compongono.

Queste attività sono rivolte allo sviluppo collettivo delle funzioni di servizio (sia che attengano al singolo problema, portato dal singolo utente, sia che attengano a problematiche generali, come l’individuazione dei rischi e danni del contesto socio-ambientale), le attività di programmazione e di promozione.

I diversi interventi sono effettuati da équipe che si costituiscono di volta in volta con varie figure professionali in base alle situazioni in cui si deve intervenire.

Il professionista deve avere capacità di  mettersi in relazione con gli altri componenti in modo non difensivo o conflittuale, ma in modo attendo e autocritico.

In questo modo si riesce a gestire la situazione nella sua totalità, infatti confrontandosi tra di loro, gli operatori riescono ad avere un quadro più preciso della situazione dei singoli casi in modo da individuare specifici interventi da effettuare.